Una storia diversa dal solito


Credo non ci sia cosa che ami di più di lasciarmi ispirare e scrivere. Porto sempre con me un taccuino, su cui annoto ogni mio pensiero. Credo sia salutare per l’anima. Ne trovo immediato giovamento.

Mi ritrovo con mille storielle cominciate e mai finite. Personaggi nati e mai cresciuti, luoghi descritti nei minimi particolari, ma mai divenuti cornice a storie fantastiche.

Mi sono seduta su uno dei luoghi che amo di più della mia città. Un molo isolato sul mare. E lì ho iniziato il mio solito viaggio mentale.
(Immagine da internet)
Oggi vorrei condividere con voi qualche passaggio di questo nuovo elaborato, perché credo che sia importante stabilire una connessione con voi che leggete il mio blog. Per me non siete dei semplici numeri, ma delle persone alle quali voglio far conoscere anche un pezzetto più intimo della mia anima. Spero vi piaccia, fatemi sapere.

“Questa mattina mi ritrovai a camminare per le vie della mia città; una delle cose che amo fare di più. Passando per le viette, stradine e cunicoli vari, alzai lo sguardo osservando i palazzi che mi circondavano come in un abbraccio. Scorsi il cielo, il quale, maestoso, mi volse il suo occhio. Una sensazione di benessere mi pervase. Era come se il resto del mondo non esistesse. Eravamo solo io e la città, permeata da individui uniti in un vagabondare continuo ed incessante. Mille pensieri mi colsero e nella mia testa nacque un nuovo personaggio e così iniziai a scrivere:

Era una fresca mattinata d’inizio estate. Da un po’ di tempo le giornate erano diventate particolarmente miti già dalle prime ore dell’alba. Aurora, che era stata sempre una ragazza molto attenta, stava sul davanzale della sua finestra a contemplare il paesaggio che le si apriva davanti. La gente passava, incurante del suo occhio curioso. C’era chi portava a spasso il cane, chi sistemava i tavolini del bar della piazzetta principale, chi saliva in macchina e sfrecciava per il vialone principale. Tutto si svolgeva come ogni giorno.Quella giornata però sarebbe stata ricordata per sempre da quella ragazzina così timida, ma così sveglia. Aveva dei lunghi capelli color del grano. Si intrecciavano senza sosta tra di loro talmente erano ribelli. Erano stati sempre vani i suoi tentativi di domarli, così vi aveva rinunciato e li portava sciolti lungo le spalle. I suoi occhi emanavano una bellezza interiore molto rara, anche se esteriormente non apparivano poi così speciali. Bastava scrutarci dentro e si percepiva un qualche particolare della sua anima. Erano del colore del cioccolato, a mandorla. Aveva uno sguardo molto dolce. Nessuno le avrebbe mai dato i suoi quindici anni. Già a questa età si svegliava presto, andava a scuola e poi passava nella bottega del padre. Lì aveva imparato a cucire e a conoscere i desideri delle signore più altolocate di quell’ameno paesino. Sapeva che cosa andava di moda in quegli anni e già si metteva a scarabocchiare sul suo blocchetto, immaginandosi un futuro da sarta affermata. Per ore fantasticava su quella che sarebbe stata la vita dei suoi sogni.”

Come al solito il racconto termina incompiuto, ma confido sul fatto che prima o poi riuscirò a portarlo avanti!!

Buona giornata a tutti!
Erika.

6 thoughts on “Una storia diversa dal solito

    1. Erika ha detto:

      Hahah chi mi conosce mi ha detto che quella ragazzina sarei io… Quindi magari io e te siamo due sorelle separate alla nascita se anche tu le somigli 😛 Comunque sì, spero di riuscire a continuare! Ho questo brutto vizio di lasciare le cose incompiute :S In ogni caso sarai la prima a vedere come continua la storia 😀

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...